Gennaio 14, 2021

La ricerca e il ruolo propulsivo delle istituzioni pubbliche. Politiche, assetti e strumenti per innovare RIPM – Vol.4 – n.1

Special Focus  La ricerca e il ruolo propulsivo delle istituzioni pubbliche. Politiche, assetti e strumenti per innovare RIPM – Vol.4 – n.1 | 2021 Deadline for submissions 15 june 2021 Overview Special Focus Lo Special Focus è il tradizionale approfondimento tematico della Rivista Italiana di Public Management (RIPM). Il focus tematico ha uno spazio fondamentale nella rivista perché volto a determinare l’ambito di attenzione privilegiato su un tema attuale, atto a promuovere riflessioni e capace di creare dibattito fra gli […]
Agosto 10, 2020

Il cambiamento della Pubblica amministrazione al tempo del Coronavirus: “iniziare processi più che occupare spazi”.

Webinar - sabato 22 agosto - h. 15 In dialogo col Ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano Andrea Simoncini Vice Presidente Meeting Rimini; Ernesto Belisario Avvocato Esperto in diritto delle tecnologie e innovazione nella Pubblica Amministrazione; Luigi Fiorentino Capo di Gabinetto Ministero dell’Istruzione coeditor Rivista Italiana di Public Management; Alberto Gambescia Amministratore unico di Studiare Sviluppo (MEF) editore Rivista Italiana di Public Management
Luglio 6, 2020

Costruire Futuro: nuova stagione di politiche industriali – Web talk, mercoledì 8 luglio 2020

Mercoledì 8 luglio, in diretta live a partire dalla 17:30 sul canale YouTube di Studiare Sviluppo, si terrà la digital Talk da titolo Costruire Futuro: nuova stagione di politiche industriali.
Aprile 28, 2020

Call for papers Special Focus RIPM – Vol.3 – n.2 | 2020 – Gestione dell’emergenza, tra eccezionalità e continuità: modelli e strumenti di risk management

Lo Special Focus Gestione dell’emergenza, tra eccezionalità e continuità: modelli e strumenti di risk management è l’approfondimento tematico di RIPM per il secondo numero del 2020. Il focus tematico ha uno spazio fondamentale nella rivista perché volto a determinare l’ambito di attenzione privilegiato su un tema attuale, atto a promuovere riflessioni e capace di creare dibattito fra gli studiosi, il management pubblico e privato e l’ambiente interno ed esterno alle istituzioni pubbliche. La sezione Special Focus di RIPM intende confermare uno dei principi fondanti la rivista: creare un’arena di riflessione per indirizzare, su un ambito specifico, di volta in volta intercettato, l’attività più innovativa di ricerca e di rappresentazione paradigmatica con approccio multidisciplinare.
Dicembre 17, 2019

“Isomorfismo del Potere – Per una teoria complessa del potere”

La SNA – Scuola Nazionale dell’Amministrazione, in collaborazione con la Rivista italiana di public management organizza il seminario “Isomorfismo del Potere – Per una teoria complessa del potere”
Ottobre 2, 2019

RIPM – Vol.3 – n.1 | Gennaio 2020 Deadline per l’invio dal 15 dicembre al 15 gennaio 2020

Lo Special Focus del Volume 3 di RIPM “I manager pubblici fra amministrazione e governo delle decisioni: spoil system, organizzazione, processi e società civile” è il prossimo approfondimento tematico di RIPM. Si sottolinea che sotto il profilo del disegno della rivista, il focus tematico nasce con lo scopo di creare condizioni di valorizzazione puntuale di un tema che viene considerato attuale, atto a promuovere riflessione e capace di creare dibattito fra gli studiosi, gli operatori e l’ambiente interno ed esterno alle amministrazioni pubbliche. Attraverso la sezione Special Focus (SF), difatti, RIPM intende confermare uno dei principi fondanti la rivista: creare uno spazio che porti a sviluppare un processo per indirizzare su un canale tematico selezionato dal comitato scientifico della rivista.
Febbraio 16, 2018

Call for papers Permanente

Sezione Dialoghi

La Rivista Italiana di Public Management -Studi e Proposte per Innovare la Pubblica Amministrazione- nasce con l’intento di diffondere nelle amministrazioni pubbliche (AAPP) una cultura fortemente orientata all’innovazione. RIPM èuna rivista scientifica che pensa in modo europeo e globale, guarda alle buone pratiche in Italia e all’estero, collegando accademia e amministrazioni pubbliche, in un contesto di profondo cambiamento sociale, culturale e tecnologico.